19 motivi per passare a Linux

Posted in Informatica on 22 marzo 2009 by xpmatrix

1- Non pagare 400€ per il tuo sistema operativo

2-Dimenticati dai virus

3-Il tuo sistema è instabile?Sei stanco delle schermate d’errore?

4-Quando Linux è installato ci sono già tutti i programmi di cui hai bisogno!

5-Windows rallenta giorno dopo giorno.Linux No!

6-Bisogno di nuovo software? Non ti preoccupare di cercarlo in rete, Linux lo prende per te.

7-Linux parla anche italiano.

8-Linux difende il tuo pc anche da dialer, Spyware, trojan e tutti gli altri malware.

9-Dimentica cosa sia la deframmentazione!

10-Vivi l’ebrezza di un pc davvero veloce!!!

11-Il software libero è completamente sotto il tuo controllo!

12-Non cambaire pc ogni anno perché i programmi richiedono sempre più risorse:con Linux non serve

13-Stanco di avere iu cd dei driversparsi per casa, o di doverli cercare su internet se li hai persi? Con linux non serve.
14-Hai bisogno di aiuto immediato?No Problem!

15-…e se proprio non puoi fare a meno di qualche programma di Windows, ormai molti funzionano anche sotto linux

16- Perché copiare software illegamentequnado puoi averlo gratis?

17-Aggiorna tutti i software con un solo click

18-Stanco di riavviare dopo qualsiasi cosa che installi?Con linux non serve

19-Guarda gli stupendi effetti 3D di nuova generazione.

Annunci

Come Creare un cd autorun

Posted in Informatica with tags on 10 marzo 2009 by xpmatrix

Per potere farsi che un CD abbia un autorun cioè  che un applicazione sia eseguito in automatico quando il cd e inserito (ovviamente deve essere impostato il autorun sul lettore), oppure quando si fa doppio click in risorse del computer, deve essere presente sul cd un file chiamato autorun.inf.

Questo file di testo potrà avere questa struttura:
[autorun]
open=si scriverà il nome del eseguibile
icon= si scriverà il nome dell’icona del cd che si visualizzerà  in risorse del computer.

Come eseguibile, uso ShellExec.exe al quale aggiungo la mia pagina html (es. open=ShellExec.exe index.html )

Usare Simple DNS Plus

Posted in Informatica with tags , , on 8 marzo 2009 by xpmatrix

Quando si crea un intranet, è ovvio che si desidera accedere all’intranet digitando http://intranet e non http://192.168.1…. No?
Ovviamente, esiste 2 modi:
-statico: scrivo sul file c:/%root_system%/windows/system32/drivers/etc/hosts l’indirizzo ip e l’alias scelto (su windows xp).
Il problema è che questo sistema funziona soltanto sul pc in questione, non viene applicato ad un altro pc sulla rete.
-dynamico: usando un software server dns
il quale permetterà di risolvere in indirizzo ip i nomi (come qualsiasi dns server).

Come prova si può usra Simple DNS Plus, molto facile da usare.

1.Si installa il software come servizio.

2.Si imposta come dns server primario nelle impostazione di rete.

3. si crea dei records col il nome scelto e con l’ip del web server

Usare OpenDNS

Posted in Internet with tags , , on 3 marzo 2009 by xpmatrix

I server DNS sono, quindi, degli elenchi telefonici che garantiscono la corrispondenza fra i siti Internet e i loro indirizzi IP. Trovato l’indirizzo IP corrispondente al mio blog, quest’ultimo sarà visualizzato nel vostro browser. E’ possibile modificare le impostazioni del nostro computer per far si che questo contatti un server DNS alternativo a quello del nostro provider.

OpenDNS mette a disposizione di tutti dei server DNS con delle funzionalità in più rispetto a quelli tradizionali dei provider. Sostituendolo ai server DNS del nostro provider, OpenDNS intercetta le connessioni ad Internet e ci protegge, prima di tutto, dai siti di phishing, che vengono bloccati.

clip_image0012

Se digitiamo l’indirizzo di un sito Internet in una forma sbagliata, questo sarà corretto. Per intenderci, se avete scritto http://www.salvatore-aranzulla.cm (indirizzo errato) venite portati su http://www.salvatore-aranzulla.com (indirizzo corretto).

OpenDNS cerca di garantire, inoltre, una maggiore velocità di risposta rispetto ai DNS dei provider. Il progetto è del tutto gratuito e vive della pubblicità che viene visualizzata se si digita l’indirizzo di un sito Internet inesistente. In quanto gratuito, OpenDNS è libero da ingerenze esterne.

Se da una parte i provider con i loro DNS posso censurare certi siti Internet, dall’altra possiamo aggirare l’ostacolo con OpenDNS. Dal 24 Febbraio – il giorno del mio compleanno – i navigatori italiani, ad esempio, non possono più accedere, per decisione dello Stato italiano, a oltre 500 siti web di casinò on-line e gioco d’azzardo esteri (leggi L’effimera censura italiana si supera così).

Per impostare i DNS di OpenDNS, dovete semplicemente seguire le istruzioni presenti in questa pagina. In Windows XP, ad esempio, andate su Start/Connetti a/Mostra tutte le connessioni. Nella finestra che si apre, selezionate con il tasto destro del mouse la vostra connessione ad Internet e fate click sul tasto Proprietà.

A questo punto, spostatevi nella scheda Rete, selezionate la voce Protocollo Internet (TCP/IP) e fate click sul tasto Proprietà. Nella finestra che si apre, mettete un segno di spunta alla voce Utilizza i seguenti indirizzi server DNS e scrivete i seguenti indirizzi IP:

208.67.222.222
208.67.220.220

clip_image002

Per verificare che state navigando veramente usando i DNS di OpenDNS e non quelli del vostro provider, aprite il sito Internet http://welcome.opendns.com/

Esegui

Posted in Windows with tags , on 3 marzo 2009 by xpmatrix

XP possiede moltissimi programmi che si possono lanciare scrivendone il nome in Start > Esegui. Alcuni di essi possono essere eseguiti più velocemente così che non andando ogni volta a ricercarne l’icona tra le utilità di sistema o altrove, altri invece non avendo un collegamento in Programmi sono quasi sconosciuti, pur essendo utilissimi!

Eccone un elenco parziale (sarebbero troppi da elencare tutti!), collaudati su un Windows XP Professional SP2 (quindi su XP Home o windows 2000 potrebbe mancarne qualcuno).

La lista potrebbe subire saltuariamenti aggiunte

accwiz – Impostazione guidata di accesso facilitato.
calc (Calculator) – Calcolatrice
chkdsk (Check Disk) – Controllo errori nel disco fisso
charmap (Mappa caratteri) – Mostra e permette di inserire tutti i caratteri dei font installati
cleanmgr (Pulizia disco) – Eminina i file file obsoleti o temporaneirecuperando spazio sul disco
cliconfg – Gestione utilità di rete del client di SQL server
clipbrd (Visualizzatore di Clipboard) – mostra quanto memorizzato nella clipboard con il Copia o Ctrl+C
cmd – lancia il prompt di comandi. I comandi DOS vanno digitati qui
conf (NetMeeting) – Programma di chat e videoconferenza
comp (Compare) – Paragona due file
fsquirt – Trasferimenti guidato BlueTooth
control – Apre il Pannello di Controllo
control userpasswords2 – permette di accedere al proprio account protetto da password senza doverla digitare a ogni avvio
dcomcnfg (Microsoft Management Console) – Strumenti di amministrazione utilizzabili per gestire reti, computer, servizi e altri componenti di sistema
ddeshare – strumento per la gestione delle conversazioni DDE
dialer (Connessione Telefonica) – Permette di telefonare via PC usando la normale linea telefonica
diskpart – tool da linea di comando per la gestione di volumi e partizioni

driverquery – Mostra la lista dei driver installati
drwtsn32 (Dr Watson) – Strumento di individuazione e risoluzione dei problemi
dxdiag (Diagnostico per DirectX) – Fornisce informazioni sulle DirectX installate e ne testa il funzionamento
edit – Editor di testo DOS
esentutl – Server Database Storage Utilitie
eudcedit (Editor di caratteri) – Editor di font personalizzati
explorer – Apre una finestra di explorer
eventvwr (Event Viewer) – Visualizzatore degli eventi di Windows
freecell – Esegue l’omonimo solitario
ftp – client FTP da linea di comando
gpedit (Group Policy Editor) – Per la modifica e gestione di gruppi e permessi
gpresult (Group Policy Results) – Mostra le informazioni circa i permessi dei gruppi presenti sul PC
iexpress (IExpress Wizard) – Crea archivi auto-estraenti per installazioni
ipconfig – Mostra le infromzazioni circa l’IP e la subnet
label – Cambia l’etichetta dei volumi
magnify – avvia l’opzione di ingrandimento dello schermo
mobsync (Microsoft Synchronization Manager) – Sincronizza file presenti in una rete
mspaint – Avvia l’editor di immagini PaintBrush
mplay32 (Windows Media Player 5.1) – Vecchia versione del popolare player multimediale
mplayer2 (Windows Media Player 6.4) – Vecchia versione del famoso player Microsoft
msconfig (System configuration) – Utilità di configurazione. Gestisce anche l’esecuzione dei file all’avvio di Windows
mstsc – connessione a computer remoto
netstat (Network Connection Status Monitor) – mostra le connessioni presenti sul PC
notepad – Avvia il Blocco Note
odbcad32 (ODBC Data Source Administrator) – Tool per l’amministrazione di dati ODBC
packager (Object Packager) – strumento che consente di creare un pacchetto e inserirlo in un file
perfmon (Monitor di sistema) – controlla le prestazioni sistema in modo dettagliato
progman (Program Manager) – Program Manager consente di organizzare i programmi in gruppi o avviarli. Dal SP2 sembra essere presente ma non funzionante
rasphone (Remote Access phone book) – piccolo gestore delle connessioni di rete.
regedit o regedt32 (Editor di registro) – visualizza e modifica il registro di Windows
rsop.msc – consente di visualizzare il gruppo di criteri risultante per un utente
secpol.msc (Security Policy) – Mostra le impostazioni di portezione locale
services.msc – Elenca i servizi in esecuzione
shrpubw (Wizard per la condivisione di cartelle in rete) – Creazione guidata per la condivisione delle cartelle
sigverif (Tool di verifica signature dei file) – verifica la firma digitale nei file
sndvol32 (Controllo volume) – controllo del volume audio
sol – (Solitare). Avvia il solitario di carte
spider – Avvia il solitario chiamato Spider
sysedit (Editor della configurazione di Sistema) – Per la modifica di System.ini, Win.ini, Config.sys e Autoexec.bat
syskey (Syskey) – Protezione del database di account di Windows tramite crittografia aggiuntiva. Una volta attivata non sarà disabilitabile
telnet (Microsoft Telnet Client) – Programma con funzioni di base per telnet
verifier (Driver Verifier Manager) – Verifica i driver
winchat (Windows for Workgroups Chat) – semplice chat per PC in LAN
winver (Windows Version) – Mostra le informazioni sul sistema operativo
wmplayer – Eseguie il Windows Media Player

Vocabolario Torrent

Posted in Informatica with tags , on 1 marzo 2009 by xpmatrix

VOCABOLARIO TORRENT

una piccola guida per aiutarvi nei meandri del mondo .torrent

CLIENT: programma usato per scaricare file torrent, esistono vari client,
(utorren o azureus).

UPLOADER: è colui che “uppa” cioe mette a disposizione per primo e
crea la relaise (recensione) di un determinato file.

PEERS: un peer non è altro che un singolo utente della rete Torrent

LEECH: i leech sono gli utenti che non hanno ancora completato il
download e che, quindi, stanno condividendo solo una parte
del file.

SEED: è colui che ha effettuato l’upload di un nuovo file o che ha
finito di scaricarne uno ed è rimasto in condivisione (seeding).
è un “seme” una fonte completa. qualora non dovesse esserci
nemmeno un seed in rete, il download non potrà
essere completato da nessuno degli altri peers connessi.

SWARM: è l’insieme di tutti i peer (seed & leech ) che condividono lo
stesso torrent

TRACKER: server che si occupa di distribuire i torrent e inviare le informazioni
di connessione ai peer

ANOUNCE: ad intervalli di tempo regolari, i client torrent inviano al
Tracker un piccolo quantitativo di dati per informarlo
della sua situazione (seed o leech). in questo modo
il tracke può “annunciare” la situazione a tutti
i peers connessi a quel .torrent

SHARE RATIO:rapporto tra dati scaricati e dati inviati, viene usato per
valutare l’impegno di un peer

DHT: è un sistema per scambiare informazioni sul file torrent, senza
passare per il tracker centralizzato. in pratica, ciascun peer
diventa una sorta di tracker decentralizzato. per funzionare, il
Distributed Hash Table va abilitato nel client (se supportato)

CHOCKED: è lo stato di un uploader quando non può più inviare dati.
accade ad esempio quando ha raggiunto la soglia massima di
upload simultanei impostati nel proprio client

SNUBBED: se il client non riceve dati per in certo periodo di tempo
(solitamente 60 sec.) la connessione viene “snobbata”.
Questo serve per incrementare le velocità di download nei casi
in cui, ad esempio, un peer è collegato ad altri peer ma è in una
situazione di “chocked”

RESEED: quando un torrent resta senza seed, chi l’ha completato può
decidere di effettuare un reseed, rimettendo a disposizione il file.
in questo modo consente agli altri peer (leecher nello specifico)
di completare il download.

How to turn on automatic logon in Windows XP

Posted in Windows with tags on 17 febbraio 2009 by xpmatrix

you can use Registry Editor to add your log on information. To do tis, follow these steps:

1. Click START, click RUN, type regedit, and then click OK

2.Locate the following registry key:

HKEY LOCAL MACHINESOFTWAREMicrosoftWindows NTCurrentVersionWinlogon

Value:ForceAutoLogon
Type: REG_SZ
Data: 1

You can use also turn on automatic logon without editing the registry in microsoft Windows XP on a computer that not joined to a domain. To do this, follow these steps:

1.Click START, and then Click Run

2.In the open box, type control userpasswords2, and then click OK

3.Clear the “user must enter a user name and password to use this computer ” check box, and then click Apply.

4.In the Automatically Log On window, type the password in the Password box, and then retype the password in the Confirm Password box.

5.Click OK to close the Automatically Log On window, and then click OK to close the User Accounts window.